Formazione e aggiornamento dei docenti

L’apprendimento lungo tutto l’arco della vita costituisce un principio valido per tutte le categorie professionale ed assume una valenza anche maggiore per il personale docente, tenuto a formare ed educare le generazioni del futuro. La formazione in servizio costituisce, infatti, una leva strategica fondamentale per lo sviluppo professionale del docente ed è un diritto-dovere.

I Servizi pedagogici del Dipartimento Istruzione e Formazione hanno assunto le funzioni svolte precedentemente dall'Istituto pedagogico e si occupano prevalentemente della formazione e dell’aggiornamento in servizio del personale dirigente e docente delle scuole in lingua italiana della provincia di Bolzano.

Le iniziative del Dipartimento vengono formulate e proposte dagli Ispettori dell’Intendenza scolastica in collaborazione con i docenti comandati presso i Servizi pedagogici e costituiscono l’offerta formativa del Piano di formazione, insieme con le proposte di altri enti pubblici (ripartizioni provinciali) e privati (Cls, Eurac, Musei ecc.).

Rimane inteso che le scuole, nell’esercizio della propria autonomia, hanno la facoltà di attivare qualsiasi iniziativa in risposta a bisogni formativi specifici del proprio istituto, se nessuna delle proposte comprese nel Piano di formazione proposto dal Dipartimento o dagli altri soggetti proponenti soddisfacesse le loro esigenze formative.

I soggetti preposti all’aggiornamento - ad esclusione delle scuole - presentano le proprie proposte di formazione alla Sovrintendente secondo modalità e termini che vengono fissati annualmente entro il 31 dicembre con una circolare.

Un’apposita commissione, composta dai rappresentanti del Dipartimento Istruzione e Formazione e dei dirigenti scolastici, esprime un parere sui corsi presentati e con decreto della Sovrintendente viene approvato il Piano di Formazione.

Informazioni concernenti le iniziative approvate vengono pubblicate ogni anno in internet (cfr. il Piano di Formazione).

E' possibile consultare la normativa che regola la formazione del personale docente e la fruizione del diritto alla formazione, che fissa gli obiettivi formativi prioritari e stabilisce i criteri di elaborazione del piano di aggiornamento redatto delle singole scuole e dai docenti all'inizio di ogni anno scolastico:

  • L.P. del 20 giugno 2016, n. 14 art. 12-octies (Formazione in servizio del personale docente) - 1. Nell'ambito degli adempimenti connessi con la funzione docente, la formazione dei docenti con contrattto a tempo indeterminato e determinato è obbligatoria, permanente e strutturale. Il piano individuale di formazione del personasle docente viene concordato con la dirigente scolastica o con il dirigente scolastico. 2. La formazione in servizio deve fare riferimento al profilo di competenza del o della docente e riguarda, oltre alla professionalizzazione del personale docente, le esigenze delle singole istituzioni scolastiche, in coerenza con il piano triennale dell'offerta formativa e con le priorità definite dalla rispettiva Intendenza scolastica.
  • l'articolo 9 e 10 del "Testo Unico dei contratti collettivi provinciali per il personale docente ed educativo delle scuole elementari e secondarie di primo e secondo grado della Provincia di Bolzano" del 23.04.2003 (rivolto al personale di tutte le scuole della provincia)
  • "Contratto Collettivo Decentrato concernente le linee di indirizzo per l'attività di formazione in servizio di cui all'articolo 17, del contratto collettivo provinciale per il comparto scuola" del 9.03.1999 (rivolto solo al personale delle scuole in lingua italiana).

 

Accreditamento

Gli enti che offrono iniziative formative rivolte ai dirigenti e docenti delle scuole in lingua italiana della provincia possono richiedere l’accreditamento ai Servizi Pedagogici secondo i criteri e le procedure definite con decreto della Sovrintendente e relativa modulistica. Per ulteriori informazioni vai alla pagina Accreditamento agenzie educative  dove è possibile consultare: il decreto della Sovrintendente scolastico concernente l'accreditamento delle stesse agenzie, la relativa modulistica e l’elenco degli enti accreditati in via definitiva. Attualmente risultano accreditati da parte del Dipartimento Istruzione e Formazione italiana i seguenti enti: Cls, Scintille.it, Canalescuola, AZB, CAI e UPAD.
La Provincia di Bolzano è competente in materia di accreditamento soltanto per gli enti con sede legale in provincia di Bolzano.
I corsi proposti dagli enti accreditati non necessitano più dell’approvazione da parte del Sovrintendente. I dati relativi vengono comunque raccolti ai fini della loro pubblicazione in Internet (consulta le pagine del sito dedicate al Piano di Formazione).

Corsi di formazione e aggiornamento proposti dalle istituzioni scolastiche

Per quanto attiene ai corsi di formazione e aggiornamento proposti dalle scuole, ai sensi della L.P. 12/2000 i singoli collegi docenti approvano le proposte di aggiornamento della propria scuola che dovranno essere formulate in sintonia con gli obiettivi identificati nel Piano Triennale dell'Offerta Formativa della scuola stessa ed essere coerenti e funzionali ad esso.

Laboratori

Quadro strategico nella formazione dei docenti è rappresentato dai laboratori disciplinari attivati per i docenti delle scuole di ogni ordine e grado. Caratteristica peculiare dei laboratori è quella di rappresentare non solo un’"officina di ricerca/azione" per i docenti, in cui produrre materiale, documentazione, unità didattiche per la propria materia di insegnamento, ma anche di essere luogo di incontro, di confronto e di crescita non solo professionale.
Consulta le pagine del sito dedicate al Piano di Formazione.

Contatti
Area Pedagogica  - Via del Ronco 2  -  e-mail: areapedagogica@provincia.bz.it

dott.ssa Sandra Rech - Referente del settore formazione e aggiornamento - Accreditamento enti formativi - Progetti Europei Erasmus+ per le scuole

Tel. 0471 - 411355 - Fax 0471- 411469  -  e-mail: sandra.rech@provincia.bz.it